Archivi del mese: dicembre 2014

Incontro con Carlo Gubitosa

Sabato 20 dicembre, alle 18.30, appuntamento conclusivo del progetto “Cronache dal pianeta delle tecnoscimmie”: incontreremo il giornalista freelance e saggista Carlo Gubitosa

Ingegnere delle telecomunicazioni, Carlo Gubitosa dal 1995 collabora con i principali periodici italiani di informazione indipendente.

s200_carlo_gubitosaHa pubblicato, tra gli altri, Elogio della Pirateria (Terre di Mezzo, 2005), Hacker, scienziati e pionieri (Stampa Alternativa, 2007), Hacking miracles (Jaico Publishing, 2011) e, con il disegnatore Giuliano Cangiano, il fumetto Ilva. Comizi d’acciaio (Becco Giallo, 2013).

A conversare con Carlo Gubitosa sarà un amico dell’Associazione Terra, Roberto Sedda.

 

“Cronache dal pianeta delle tecnoscimmie”: nuovo appuntamento!

Dopo l’interessante e partecipato incontro con il collettivo ippolita, nuovo appuntamento con il progetto “Cronache dal pianeta delle tecnoscimmie”: mercoledì 17 dicembre, alle 20.30, nello spazio di via Montesanto 28, a Cagliari, proietteremo e discuteremo insieme “The National Anthem“, episodio iniziale della serie televisiva britannica “Black Mirror“.

10675546_911446045532404_2188762216794565265_n

La serie, ideata e prodotta da Charlie Brooker, ha un cast e una trama diversa per ogni episodio, ma un tema comune: il ”dark side” della tecnologia, il nostro legame con i media e gli effetti che essi possono avere – hanno – sulla nostra vita.

L’episodio pilota della serie, ‘The National Anthem’, è un thriller politico di 44 minuti, durante i quali il Primo Ministro britannico Michael Callow affronta un dilemma scioccante, e rappresenta una critica feroce al mondo moderno della comunicazione.

Incontro con il collettivo ippolita

Lunedì 15 dicembre 2014, alle ore 18.30, in via Montesanto 28, a Cagliari, incontro con il gruppo di ricerca ippolita su “Tecniche di autodifesa digitale. Come riprenderci le nostre libertà“.
Dal 2005 il collettivo ippolita riflette su internet e sulle sue contraddizioni, e si è affermato come una delle voci più autorevoli nel panorama italiano della teoria critica della Rete.
A due anni di distanza dall’ultimo lavoro “Nell’acquario di Facebook”, libro in cui veniva decostruito il progetto che anima il social network in blu, il gruppo di ricerca è tornato recentemente nelle librerie con il volume “La rete è libera e democratica. Falso!”, edito da Laterza.
1403802286_rete-falso-600x335
Dalla recensione del libro “La rete è libera e democratica. Falso!” di Giuliano Milani, pubblicata sulla rivista Internazionale:

 “Il libro offre tre argomenti contro la tesi secondo cui la rete è una fonte di libertà e democrazia. Il primo argomento è che la rete non è solo il world wide web; sotto la superficie del web ci sono molti altri servizi il cui scopo fondamentale è raccogliere dati sugli utenti per fare pubblicità mirate. Il secondo argomento è che i movimenti politici che nascono in rete di solito non generano partecipazione ed elaborazione di idee. La libertà di parola che consentono si traduce raramente in discussione e tende invece a suscitare una ricerca d’identità ossessiva e un certo rancore rispetto a tutto ciò che è fuori dal gruppo. Il terzo argomento, il più radicale, è che la rete non produce i due risultati che ci si aspetta dalla democrazia, cioè la deliberazione collettiva e la ricerca del consenso. Si limita a fornire l’illusione di una libertà di consumo che in realtà ha costi molto alti, in termini di privacy e di raccolta dati. Questo non significa che internet sia solo un sistema per renderci schiavi delle multinazionali, ma certamente che è nata, si è sviluppata ed è usata per scopi diversi dalla nostra felicità”.

L’incontro si inserisce nell’ambito delle attività del progetto “Cronache dal pianeta delle tecnoscimmie” dell’Associazione Terra Onlus, finanziato dalla Provincia di Cagliari – Assessorato alla cultura.

Per maggiori informazioni: http://www.associazione-terra.eu/progetti/arrivano-le-tecnoscimmie/.

Dicono di noi: L’Unione Sarda del 14 dicembre 2014

10858367_910739022269773_6467141004288476616_n

Secondo appuntamento con le attività del progetto “Cronache dal pianeta delle tecnoscimmie”

Secondo appuntamento con le attività del nostro progetto “Cronache dal pianeta delle tecnoscimmie”: mercoledì 10 dicembre, alle ore 20.30, in via Montesanto 28, a Cagliari, proietteremo e discuteremo insieme il film “Her” (Lei) di Spike Jonze.
10417586_905332146143794_8382718918172962531_n
In un futuro non troppo lontano, Joaquin Phoenix è Theodore Twombly, malinconico impiegato – scrittore di lettere per conto altrui, che trascorre le sue giornate in solitudine, tra l’ufficio e le serate a casa, al pc, tra videogiochi e chat.
La sua vita cambia quando decide di comprare un sistema operativo rivoluzionario, una vera e propria intelligenza artificiale, che impara e cresce, non solo cognitivamente, ma anche emotivamente, con il proprio utente. Tra Theodore e Samantha – questo il nome del sistema operativo – nasce un’intesa che diventa una storia d’amore.
Il film, che ha vinto il premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale, è ambientato nel futuro che si sta delineando: insicuri e ansiosi nelle relazioni, ci affidiamo alla tecnologia per instaurare rapporti, e allo stesso tempo proteggerci da essi. Temiamo i rischi e le delusioni dei rapporti con gli altri esseri umani; siamo decisi ad attribuire qualità umane alle cose e a trattarci reciprocamente come oggetti.
“Her” è una storia di dissociazione emotiva e insieme di speranza perché, raccontandoci la saturazione digitale, ci fa interrogare su ciò di cui abbiamo più bisogno, e su cosa siano i rapporti umani.
Come sempre, il nostro invito è: essiateci e interagiteci tutt*!
(Nella foto sotto, lo spazio off di Via Montesanto, 28, a Cagliari, che ospita le attività del nostro progetto).
IMG_20141203_203247