Statuto

 

Articolo 1

E’ costituita un’associazione di volontariato denominata “Terra” Onlus.

Articolo 2

L’associazione ha sede temporanea in Cagliari, in Via Nuoro 43.

Articolo 3

L’associazione ha durata indeterminata e si propone di svolgere attività nei seguenti settori:

– formazione;
– tutela e della valorizzazione della natura e dell’ambiente;
– promozione della cultura;
– tutela dei diritti civili;

ispirandosi alle seguenti finalità:

  • favorire lo sviluppo di una società che abiti la terra ispirandosi ai principi di ecologia integrale e alla  nonviolenza;
  • promuovere un rapporto tra economia e ecologia in cui la prima risulti regolata dalla seconda, con una particolare attenzione alla ricerca e all’autopromozione  del patrimonio di culture, di risorse e di competenze  presenti in una comunità locale;
  • valorizzare e rispettare le differenze etniche e culturali e la biodiversità della natura in tutte le sue forme ed esplicazioni;
  • praticare, facilitare e far crescere una cultura nonviolenta della convivenza, della convivialità e della cooperazione tra persone e culture all’interno di un più equilibrato rapporto tra esseri umani e natura;
  • educare ad una ecologia del vivere quotidiano attraverso la cura/attenzione all’equilibrio del sè psicosomatico – inteso come salute personale e sociale; una riconversione ecologica del lavoro, che realizzi nuove professionalità ed attività non alienate, più in sintonia con i ritmi biologici, le attitudini e gli orientamenti personali e sociali.

Articolo 4

Le suddette finalità saranno attuate esclusivamente mediante attività nei settori sopra elencati ed attività ad essi direttamente connesse, quali:

– l’organizzazione di attività culturali ed autoeducative (studi e ricerche, laboratori artistico creativi,  seminari e trainings, festival e incontri conviviali), la gestione di biblioteche e centri di documentazione, la pubblicazione, la distribuzione e vendita di libri, riviste e materiali informatici e audiovisivi;

– la costituzione e la gestione di reti mirate alla formazione, all’aggiornamento e all’autoeducazione permanente su tutte le tematiche finora descritte, mediante attività di facilitazione delle dinamiche interpersonali e collettive e la sperimentazione di nuove metodologie pedagogiche, anche attraverso ecoistituti; scuole etnico-ambientali; luoghi di scambio di saperi non formali;  centri sociali polivalenti e strutture residenziali;

–  la promozione di attività che coscientizzino le persone e le comunità verso un’ecologia del quotidiano mediante:

a) educazione ad un rapporto uomo-natura che sia più attento al valore intrinseco delle specie non umane;
b) rivalutazione delle medicine e terapie naturali e relazionali per una integrazione – riequilibrio tra queste e la medicina ufficiale;
c) sperimentazioni di modelli di organizzazione dei tempi del lavoro e del non lavoro (lavori con finalità ecologiche ed ecologicamente impostati;
d) valorizzazione di ambiti di scambio non monetario (baratto, banca del tempo);
e) promozione di iniziative indirizzate al consumo critico e ad un utilizzo ecologico delle risorse (consumo – rifiuti – riciclaggio).

Articolo 5

L’associazione non ha scopo di lucro ed opera per l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale.

Qualunque prestazione fornita all’associazione dai soci dovrà essere a titolo gratuito.

E’ vietata la distribuzione, anche indiretta, di utili ed avanzi di gestione, nonché di fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che non siano imposte per legge.

Gli utili e gli avanzi di gestione dovranno obbligatoriamente essere impegnati per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

In caso di scioglimento, per qualunque causa, il patrimonio dell’associazione dovrà essere devoluto ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, ai sensi della vigente legislazione.

Il bilancio viene redatto annualmente entro il 30 Marzo e chiude il 31 Dicembre di ogni anno.

Articolo 6

L’ associazione è aperta a tutti i cittadini della Terra, senza limiti d’età, di nazionalità, di sesso, di professione e di orientamento culturale e religioso. L’ iscrizione è libera e va rinnovata annualmente dietro pagamento dell’eventuale quota associativa annuale, pena la perdita della qualità di socio. I soci hanno diritto a partecipare alle attività promosse dall’associazione ed a partecipare, con diritto di voto, a tutte le assemblee dell’associazione.

Articolo 7

L’assemblea è il massimo organo decisionale dell’associazione. Ad essa partecipano, con diritto di voto, tutti i soci.

L’ assemblea ordinaria si svolge almeno una volta all’ anno. L’Assemblea dei soci approva un programma di attività concrete, il bilancio ed elegge i rappresentanti nel Comitato di Coordinamento. L’assemblea straordinaria è convocata ogniqualvolta lo ritenga necessario il Comitato di Coordinamento o quando ne faccia richiesta almeno un terzo dei soci. L’avviso di convocazione è spedito ai soci,  nel loro domicilio, almeno una settimana prima della data fissata per l’adunanza e deve contenere l’indicazione del giorno, dell’ora, del luogo e dell’ agenda dei lavori.

Articolo 8

Il/la Presidente è il rappresentante legale dell’associazione e rappresenta all’esterno l’associazione. Il Comitato di Coordinamento è formato dal/la Presidente, dal/la Vicepresidente e da un/a Segretario/a – Tesoriere.

I membri del Comitato di Coordinamento, su delega del Presidente, possono rappresentare l’associazione ed eventualmente operare su conti di corrispondenza presso banche e uffici postali.

Il Comitato di Coordinamento gestisce il patrimonio dell’associazione.

Tutte le cariche associative sono svolte a titolo gratuito.

Articolo 9

L’Assemblea nomina i membri del Comitato di Coordinamento tra i soci, con voto a maggioranza dei presenti. L’approvazione ed i cambiamenti dello Statuto devono essere approvati con voto a maggioranza dei due terzi dei soci. Tutte le altre decisioni devono essere approvate con maggioranza semplice dei presenti in assemblea.

Articolo 10

Eventuali conflitti interni e decisioni strategiche possono essere risolti attraverso un referendum tra tutti i membri dell’associazione. La decisione di indire un referendum deve essere approvata dall’Assemblea dei soci o da almeno il 30% degli iscritti all’associazione.

 Articolo 11

L’associazione può organizzarsi al suo interno in gruppi di lavoro nei vari campi di attività.

Articolo 12

Per tutto quanto non espressamente contemplato nel presente Statuto, valgono le disposizioni del codice civile e delle leggi speciali in materia vigenti in Italia.

 

Statuto_Terra Onlus

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *