Archivi tag: cittadinanza attiva

Concorso fotografico “Tutta mia la città! Sguardi su Cagliari plurale”: nuovo termine per la presentazione degli elaborati!

 

Non potevamo negarvela (e negarcela!). Quindi, eccola: la PROROGA!

A seguito delle numerose richieste pervenute, il termine per la consegna delle proposte del concorso fotografico “Tutta mia la città! Sguardi su Cagliari plurale” è prorogato fino a venerdì, 10 maggio 2013.

L’Associazione Terra ha prorogato i termini di scadenza per la partecipazione al concorso fotografico “Tutta mia la città! Sguardi su Cagliari plurale”: avete tempo ancora sino a venerdì, 10 maggio  2013 per partecipare al concorso fotografico “Tutta mia la città! Sguardi su Cagliari plurale”.

Le modalità di partecipazione restano quelle già indicate: il concorso fotografico è  aperto a tutti/e i/le giovani tra i 14 e i 30 anni residenti o domiciliati nella provincia di Cagliari, che vogliano esplorare la città e raccontarla in immagini che affrontino, con particolare riferimento alla città di Cagliari, i temi del progetto “Baobab. Percorsi interculturali”: l’interculturalità, le differenze di genere, la nonviolenza, la cittadinanza attiva.

Le foto, in formato jpg, risoluzione 300 DPI e dimensione non superiore a 10 MB, potranno essere in bianco-nero o a colori, scattate con macchina fotografica digitale o analogica, con il telefono cellulare o con qualsiasi altro mezzo idoneo.

Sul sito dell’Associazione Terra sono disponibili per essere letti e scaricati il regolamento del concorso e la relativa scheda di iscrizione nei formati odt e word.

Le fotografie dovranno essere inviate, insieme alla scheda di partecipazione al concorso, all’indirizzo di posta elettronica baobab.concorsofotografico@gmail.com.

Il concorso ha come obiettivo la realizzazione di una mostra fotografica sulla ricchezza interculturale della città di Cagliari che esprima, attraverso le immagini, la ricchezza e la complessità del dialogo interculturale e dell’incontro tra differenze.

Cerchiamo immagini che ritraggano le persone e i luoghi della nostra città che concretizzano l’incontro tra identità differenti, sia attraverso le difficoltà di comunicazione e le possibili tensioni, che nella ricerca e nella scommessa di un dialogo positivo.

La partecipazione al concorso è gratuita.

Ricordiamo che a scegliere le fotografie più significative non saranno solo i componenti di una giuria tecnica (che valuterà le proposte sulla base delle caratteristiche di “coerenza nell’interpretazione dei temi del concorso, creatività e originalità, scelta del soggetto, efficacia evocativa, tecnica fotografica”), ma tutti gli utenti della pagina facebook del concorso, sulla quale verranno pubblicate le fotografie partecipanti.

Qui sono disponibili ulteriori informazioni e precisazioni sul concorso.

Diffondete e partecipate numerosi!

 

Scarica il regolamento del concorso

Scarica la scheda di  iscrizione nei formati odt e word

Fai mi piace e seguici su facebook

Invita i tuoi amici all’evento facebook

Ascolta la presentazione del concorso nello spazio che ci ha dedicato l’emittente radiofonica cagliaritana Radiolina (7 maggio 2013)

Disponibile il video dell’incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù

Per chi c’era e per chi se l’è perso e vuole recuperare, è disponibile il video dell’incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù di venerdì 19 aprile.

Grazie infinite al professor Lino Talloru per le riprese!

“Senza chiedere il permesso. Come cambiamo la tv (e l’Italia)”. Incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù

Nuovo appuntamento con il progetto “Baobab: percorsi interculturali”: venerdì 19 aprile alle 18.00, nell’aula magna del Liceo classico “G. M. Dettori”, a Cagliari,  è in programma l’incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù “Senza chiedere il permesso. Come cambiamo la tv (e l’Italia)”.
Introduce e coordina l’incontro Valentina Origa, insegnante e operatrice culturale, coordinatrice del progetto Baobab per l’associazione Terra Onlus.

Il progetto Baobab è curato dall’associazione Terra e finanziato dalla Regione Sardegna – Direzione Generale della Pubblica Istruzione (L.R. 3/2008, art. 8, comma 37 –  Proposte progettuali in attuazione del piano straordinario a favore dei giovani e degli adolescenti: cofinanziamento di progetti ad associazioni senza fini di lucro nei diversi settori di interesse giovanile).

Durante la serata sarà anche presentato il volume da cui l’incontro trae il titolo.


Nei giorni 18 e 19 aprile si terranno inoltre, sempre all’interno del Progetto Baobab e con Lorella Zanardo e Cesare Cantù come formatori, i laboratori “Nuovi occhi per i media” rivolti a studenti e studentesse di quattro scuole della città:

– giovedì 18, ore 9.00-13.00: incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo psicopedagogico “De Sanctis” (3 classi del biennio, circa 45 tra ragazzi e ragazze, e tre insegnanti);
– giovedì 18, ore 15.00-18.30: incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo classico Siotto (30 alunni/e del triennio, e tre insegnanti);
– venerdì 19 ore 9.30-13.30: incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo classico “Euclide” (2 classi del biennio, circa 35 alunni/e e due docenti);
– venerdì 19 ore 15.00-18.00:  incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo classico “G.M. Dettori” (30 alunni/e del triennio, e 2 insegnanti).

Per maggiori informazioni: associazione.terra@gmail.com; 348 88 50 127.


Lorella Zanardo è autrice, con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi, del documentario “Il corpo delle donne” visto da quattro milioni di persone, e dell’omonimo libro, edito da Feltrinelli. Blogger, consulente organizzativa, formatrice e docente, insieme a Cesare Cantù ha ideato il corso di alfabetizzazione alle immagini e media education “Nuovi occhi per la tv“, rivolto agli studenti e alle studentesse.
Con “Nuovi occhi per i media“, per il consumo attivo della tv,  Lorella Zanardo e Cesare Cantù forniscono uno strumento chiaro e accessibile per tutti coloro che non vogliono subire più il marketing televisivo, ma intendono riappropriarsi della loro capacità di comprendere, discriminare, criticare. Perché sono i cittadini consapevoli, pronti a rivendicare i propri diritti che possono cambiare la tv, i media e la società tutta.

Lorella Zanardo fa inoltre parte del Comitato Direttivo di WIN, organizzazione internazionale di donne professioniste con sede ad Oslo.

L’immagine della locandina dell’incontro è “Boutique” dell’artista etiope Zerihun Seyoum.

Locandina_Zanardo&Cantù

Esperienze di cittadinanza attiva: per una città (che) si-cura. Incontro con Leonardo Carocci

Nuovo appuntamento organizzato dall’associazione Terra all’interno del progetto “Baobab. Percorsi interculturali”.  Venerdì 16 novembre 2012, alle ore 18, e fino alle 21, è previsto l’incontro con Leonardo Carocci su “Esperienze di cittadinanza attiva: per una città (che) si-cura“.

L’incontro si svolgerà presso la sede dell’Associazione Don Chisciotte, in via San Giacomo, 117, a Cagliari.

Dalle ore 17 e durante la serata sarà possibile vedere la mostra fotografica realizzata dai e dalle partecipanti al laboratorio interculturale Impressioni, tenuto dall’associazione (S)Cambiare all’interno del progetto Baobab durante il mese di ottobre.

Leonardo Carocci è un sociologo e mediatore sociale; da anni coordina i progetti di mediazione interculturale al quartire Esquilino di Roma.  Attualmente è impegnato nel progetto “Mediazione sociale. Per una città che si-cura“.  E’ autore e curatore di diverse pubblicazioni, tra cui segnaliamo “Sogni e conflitti: mediazione sociale e sicurezza urbana partecipata per una città (che) si-cura“,  EGA 2008 (a cura di L. Carocci e A. Antolini).

Il Progetto Baobab, a cura dell’Associazione Terra, è finanziato dalla Regione Sardegna – Direzione Generale della Pubblica Istruzione (L.R. 3/2008, art. 8,comma 37: Proposte progettuali in attuazione del piano straordinario a favore dei giovani e degli adolescenti: cofinanziamento di progetti ad associazioni senza fini di lucro nei diversi settori di interesse giovanile).

Locandina_Cittadinanza attiva

 

Progetto Baobab. Percorsi interculturali

 

Il progetto “Baobab – Percorsi interculturali”, finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna nell’ambito dell’“Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali in attuazione del piano straordinario a favore dei giovani e degli adolescenti: cofinanziamento di progetti ad associazioni senza fini di lucro nei diversi settori di interesse giovanile” (L.R. 3/2008, art.8, comma 37), ha inteso promuovere tra i/le giovani e gli/le adolescenti di età compresa tra i 14 e 30 anni, il dialogo e lo scambio sui temi dell’intercultura, della rappresentazione del “diverso”, della differenza di genere e della cittadinanza consapevole, prevenendo e contrastando la formazione di stereotipi e pregiudizi.

Queste le attività realizzate nell’ambito del progetto:

– una rassegna cinematografica sul tema delle migrazioni;

– quattro laboratori e quattro conferenze sui temi dell’intercultura, della cittadinanza attiva, della nonviolenza e della differenza di genere;

–  il concorso fotografico “Tutta mia la città! Sguardi su Cagliari plurale”.

Le iniziative si sono proposte, attraverso l’utilizzo di linguaggi non formali, di sviluppare tra i partecipanti la curiosità, la comprensione e l’accettazione attiva dell’”altro”, stimolando la partecipazione attiva e promuovendo modelli e stili di vita positivi e solidali.

Di seguito il dettaglio delle iniziative realizzate nell’ambito del progetto, tra il marzo 2012 e il  giugno 2013. Continua a leggere