Archivi tag: genere

Disponibile il video dell’incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù

Per chi c’era e per chi se l’è perso e vuole recuperare, è disponibile il video dell’incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù di venerdì 19 aprile.

Grazie infinite al professor Lino Talloru per le riprese!

“Senza chiedere il permesso. Come cambiamo la tv (e l’Italia)”. Incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù

Nuovo appuntamento con il progetto “Baobab: percorsi interculturali”: venerdì 19 aprile alle 18.00, nell’aula magna del Liceo classico “G. M. Dettori”, a Cagliari,  è in programma l’incontro con Lorella Zanardo e Cesare Cantù “Senza chiedere il permesso. Come cambiamo la tv (e l’Italia)”.
Introduce e coordina l’incontro Valentina Origa, insegnante e operatrice culturale, coordinatrice del progetto Baobab per l’associazione Terra Onlus.

Il progetto Baobab è curato dall’associazione Terra e finanziato dalla Regione Sardegna – Direzione Generale della Pubblica Istruzione (L.R. 3/2008, art. 8, comma 37 –  Proposte progettuali in attuazione del piano straordinario a favore dei giovani e degli adolescenti: cofinanziamento di progetti ad associazioni senza fini di lucro nei diversi settori di interesse giovanile).

Durante la serata sarà anche presentato il volume da cui l’incontro trae il titolo.


Nei giorni 18 e 19 aprile si terranno inoltre, sempre all’interno del Progetto Baobab e con Lorella Zanardo e Cesare Cantù come formatori, i laboratori “Nuovi occhi per i media” rivolti a studenti e studentesse di quattro scuole della città:

– giovedì 18, ore 9.00-13.00: incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo psicopedagogico “De Sanctis” (3 classi del biennio, circa 45 tra ragazzi e ragazze, e tre insegnanti);
– giovedì 18, ore 15.00-18.30: incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo classico Siotto (30 alunni/e del triennio, e tre insegnanti);
– venerdì 19 ore 9.30-13.30: incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo classico “Euclide” (2 classi del biennio, circa 35 alunni/e e due docenti);
– venerdì 19 ore 15.00-18.00:  incontro con gli studenti e le studentesse del Liceo classico “G.M. Dettori” (30 alunni/e del triennio, e 2 insegnanti).

Per maggiori informazioni: associazione.terra@gmail.com; 348 88 50 127.


Lorella Zanardo è autrice, con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi, del documentario “Il corpo delle donne” visto da quattro milioni di persone, e dell’omonimo libro, edito da Feltrinelli. Blogger, consulente organizzativa, formatrice e docente, insieme a Cesare Cantù ha ideato il corso di alfabetizzazione alle immagini e media education “Nuovi occhi per la tv“, rivolto agli studenti e alle studentesse.
Con “Nuovi occhi per i media“, per il consumo attivo della tv,  Lorella Zanardo e Cesare Cantù forniscono uno strumento chiaro e accessibile per tutti coloro che non vogliono subire più il marketing televisivo, ma intendono riappropriarsi della loro capacità di comprendere, discriminare, criticare. Perché sono i cittadini consapevoli, pronti a rivendicare i propri diritti che possono cambiare la tv, i media e la società tutta.

Lorella Zanardo fa inoltre parte del Comitato Direttivo di WIN, organizzazione internazionale di donne professioniste con sede ad Oslo.

L’immagine della locandina dell’incontro è “Boutique” dell’artista etiope Zerihun Seyoum.

Locandina_Zanardo&Cantù

“Dalle Balie alle badanti. Viaggio per immagini nelle migrazioni femminili”: gli appuntamenti di marzo

Dopo la proiezione di due film a novembre, il progetto “Dalle Balie alle badanti. Viaggio per immagini nelle migrazioni femminili” riprende il 21 marzo alle 18.00 al Caffè Savoia, a Cagliari (in Piazzetta Savoia, 14). Incontreremo lo scrittore e magistrato Gianni Caria, autore del romanzo “La badante di Bucarest“.

“La badante di Bucarest” è una storia di riposizionamento sociale e psicologico: Maria, ex insegnante licenziata per esubero con due figli adolescenti, è costretta a lasciare un’Italia che, a seguito del tracollo economico, si trova ora nelle stesse condizioni dei paesi dell’est. Va così a Bucarest per lavorare come badante, in una casa borghese di nuovi ricchi: deve assistere un anziano bloccato a letto.

Il progetto “Dalle balie alle badanti” è organizzato dall’associazione Terra in collaborazione con il Circolo del Cinema Laboratorio28, l’associazione “Genti de mesu” e il gruppo “Donne sul filo del lavoro” ed è finanziato dalla Provincia di Cagliari – Assessorato alla Cultura.

Domenica 24 marzo alle 18.00, in via Montesanto 28, a Cagliari, presso la sede del Circolo del cinema Laboratorio28, sarà proiettato il documentario di Alessandra Speciale “Ritratto di famiglia con badante” (Italia 2009, 51′);  a seguire, si terrà un incontro con le lavoratrici di cura e le associazioni locali che si occupano del tema.

Vi aspettiamo per discutere di lavoro di cura: una merce poco valutata di cui c’è però molto bisogno.

Cartolina_Dalle balie alle badanti

Silenzi. Non detti, reticenze, e assenze di (tra) donne e uomini. Incontro con Barbara Mapelli e Stefano Ciccone

Ancora un incontro organizzato dall’associazione Terra Onlus all’interno del progetto Baobab:  il 10 dicembre ci confronteremo con Barbara Mapelli (Libera Università delle Donne) e Stefano Ciccone (Associazione Maschile Plurale) sul tema “Silenzi. Non detti, reticenze, e assenze di (tra) donne e uomini.

L’incontro si svolgerà il 10 dicembre 2012, presso l’aula Motzo (corpo centrale, secondo piano) della Facoltà di Studi Umanistici – Piazza d’Armi, a Cagliari.

Introdurranno l’incontro Valentina Origa, dell’associazione Terra, e Salvatore Deiana, ricercatore e docente di pedagogia.  Coordinerà il dibattito Silvia Niccolai, docente di Diritto Costituzionale e di Diritto delle pari opportunità e non discriminazione.

Al termine dell’incontro vi invitiamo a rimanere con noi per discutere insieme.

Durante la serata sarà possibile acquistare il volume da cui l’incontro trae il titolo.


Stefano Ciccone coordina il Parco Scientifico dell’Università di Roma Tor Vergata ed è fondatore dell’associazione e rete nazionale Maschile Plurale, che riunisce gli uomini interessati a pensare la propria identità e i modelli maschili. Tra le sue pubblicazioni sul tema ricordiamo “Essere maschi. Tra potere e libertà” (Rosenberg & Seller 2009).

Barbara Mapelli da molti anni si occupa dei temi legati all’educazione, con particolare attenzione alle culture di genere, svolgendo attività di docenza, ricerca e scrittura saggistica. Fa parte del Comitato scientifico della Fondazione Badaracco, è vicepresidente della Libera Università delle donne; partecipa inoltre al gruppo «Suigeneri» presso la Libera Università dell’autobiografia. Tra le ultime pubblicazioni: “Sette vite come i gatti. Generazioni, pensieri e storie di donne nel contemporaneo” (Milano 2010).

Il progetto Baobab, a cura dell’associazione Terra, è finanziato dalla Regione Sardegna – Direzione Generale della Pubblica Istruzione (L.R. 3/2008, art. 8,comma 37: Proposte progettuali in attuazione del piano straordinario a favore dei giovani e degli adolescenti: cofinanziamento di progetti ad associazioni senza fini di lucro nei diversi settori di interesse giovanile).

Locandina_Silenzi

L’immagine della locandina della conferenza è “Ethiopian wedding” dell’artista etiope Zerihun Seyoum.

Dalle balie alle badanti. Breve viaggio per immagini nelle migrazioni femminili

Cominceranno il prossimo martedì, 27 novembre, le attività previste dal progetto “Dalle balie alle badanti. Breve viaggio per immagini nelle migrazioni femminili“, promosso dall’associazione Terra e finanziato dalla Provincia di Cagliari – Assessorato alla Cultura.

Il primo appuntamento con il lavoro di cura è previsto per martedì 27: sarà proiettato e discusso il film La balia di Marco Bellocchio (Italia 1999, 106′); venerdì 30 novembre sarà la volta del documentario Hanna e Violka, di Rossella Piccinno (Italia 2009, 56′). Le proiezioni si svolgeranno alle 20.30, in Via Montesanto 28, a Cagliari.

Ad ogni proiezione seguirà la discussione.

Le due proiezioni si tengono all’interno della programmazione della rassegna cinematografica (Non) Lavorare stanca e sono organizzate dall’associazione Terra e dal Circolo del Cinema FICC Laboratorio28.

L’ingresso è libero con tessera del Circolo del Cinema FICC Laboratorio28 2012 (5€). Il costo della tessera sarà dimezzato a 2,50€ per i/le giovani sotto i 30 anni, per chi ha un lavoro precario o è senza lavoro.

Vi aspettiamo!

Il progetto “Dalle balie alle badanti. Breve viaggio per immagini nelle migrazioni femminili” promosso dall’Associazione Terra  e finanziato dalla Provincia di Cagliari – Assessorato alla Cultura, si svolgerà da novembre 2012 a febbraio 2013 e prevede:

– la proiezione di tre film incentrati sul tema;
– un incontro pubblico con le associazioni locali che si occupano del lavoro di cura, in particolare quelle costituite dalle lavoratrici;
– la presentazione pubblica del libro di Gianni Caria “La badante di Bucarest“.